Le risposte dell’USR Lazio alle domande più frequenti sulla formazione e l’anno di prova.

  1. Domanda
    Un docente assunto in ruolo nel corso dell’anno scolastico con nomina soltanto giuridica che insegna in una paritaria può fare l’anno di formazione e prova nella scuola paritaria in cui presta servizio?
    Risposta
    No, nella paritaria non è possibile effettuare il periodo di prova e di formazione.


  2. Domanda
    Un docente assunto in ruolo nel corso dell’anno scolastico con nomina soltanto giuridica su una determinata classe di concorso presta servizio come supplente su una diversa classe di concorso non affine oppure in un diverso grado di istruzione. Il servizio gli vale come anno di prova/formazione?
    Risposta
    No, non gli vale.


  3. Domanda
    Un docente che ha svolto prova e formazione per un grado di istruzione (per esempio, primaria) e dopo alcuni anni di ruolo viene assunto in ruolo per un grado diverso (per esempio, infanzia) adempiendo agli obblighi di formazione e prova, dopo un certo periodo ritorna al grado di istruzione precedente (nel caso del nostro esempio, la primaria) con passaggio di ruolo. E’ tenuto a svolgere nuovamente la formazione e ad effettuare i giorni previsti per l’anno di prova?
    Risposta
    Il docente non deve fare nuovamente il periodo di prova e formazione in quanto già lo ha già svolto in quel ruolo.


  4. Domanda
    I docenti che hanno ottenuto il passaggio di ruolo, dal primo al secondo grado, per classi di concorso appartenenti ad ambiti disciplinari quali A043-A050, A029-A030, A031- A032, A/45- A/46, devono fare l’anno di formazione e prova o soltanto l’anno di prova?
    Risposta
    Per i passaggi di ruolo, così come specificato dal DM 850/2015, deve essere svolto il periodo di prova e di formazione. Con il nuovo modello il periodo di prova è congiunto al periodo di formazione. Non è possibile slegarlo.


  5. Domanda
    Se un docente ha ottenuto il ruolo con nomina soltanto giuridica su A059 (scuola secondaria di primo grado) e sta svolgendo una supplenza su AD01 (scuola secondaria di secondo grado) può svolgere l’anno di prova e di formazione?
    Risposta
    No, la normativa attuale non lo consente. Non è possibile effettuare l’anno di prova e formazione in un grado di istruzione diverso da quello dell’immissione in ruolo.


  6. Domanda
    Nel caso di passaggio da posto di sostegno a posto comune, nell’ambito dello stesso grado di scuola, il docente è chiamato ad effettuare l’anno di prova e di formazione?
    Risposta
    In tal caso non occorre effettuare il periodo di prova e di formazione.


  7. Domanda
    Il docente che ha ottenuto il passaggio di ruolo deve ripetere l’anno di formazione?
    Risposta
    Il DM 850/2015 obbliga al periodo di prova e formazione il personale che ha effettuato il passaggio di ruolo.


  8. Domanda
    Un docente assunto in ruolo su sostegno – AD01, oppure su una determinata classe di concorso, è stato assegnato ad una scuola in cui non ci sono altri docenti di sostegno o comunque altri docenti della sua classe di concorso. Cosa fare? Chi può essere il suo tutor e come impostare l’anno di prova (laboratorio, bilancio delle competenze iniziali, valutazione del dirigente scolastico sulla sua attività?)
    Risposta
    Il periodo di prova e formazione, alla luce delle modifiche al modello formativo introdotte dal DM 850/2015 e già sperimentate lo scorso anno, prevede un rafforzamento delle competenze trasversali nel contesto scolastico in cui il docente presta servizio, in tal senso il tutor può anche non essere della stessa classe di concorso del neoassunto.


  9. Domanda
    I docenti assunti nelle classi di concorso A32 e A77 con supplenza nei licei musicali possono svolgere anno di prova e formazione?
    Risposta
    Circa i docenti della scuola secondaria di primo grado nei licei musicali, è stato più volte chiarito che il personale immesso in ruolo nelle classi di concorso A032 o A077 della scuola secondaria di primo grado (educazione musicale e strumento) che si trova utilizzato nei licei musicali, a differenza della casistica descritta dal DM 850/15, si trova sì su altro grado di scuola, ma sulla stessa classe di concorso per la quale è stato immesso in ruolo, pertanto questo personale:

    1. insegna nella stessa classe di concorso per la quale è stato immesso in ruolo, in quanto al momento e sino al prossimo anno non esistono le classi di concorso corrispondenti agli insegnamenti di storia della musica, strumento musicale e teoria analisi e composizione nei licei musicali;
    2. non è in posizione di supplenza ma di utilizzo su altro grado di scuola;
      In questo caso sembra possibile autorizzare la deroga per lo svolgimento della prova presso l’istituzione scolastica nella quale si trovano, in analogia con quanto previsto nella nota MIUR 36167 del 2015, Direzione per il personale scolastico che ha differito la presa di servizio ai sensi dei commi 98 e 99 della legge 107/15.

  10. Domanda
    Nel caso di passaggio di cattedra all’interno dello stesso grado di istruzione il docente è tenuto a ripetere l’anno di prova e di formazione?
    Risposta
    Per il passaggio di cattedra non deve essere ripetuto l’anno di prova e di formazione.

  11. Domanda
    E’ consentita ai docenti neoassunti la possibilità di effettuare assenze all’interno del percorso formativo?
    Risposta
    Si ritiene di poter prevedere quanto già in essere anche per lo scorso anno, nel quale era presente lo stesso modello formativo,
    ed in particolare che la formazione è da ritenersi valida con un massimo di “assenze giustificate” pari al 25% delle ore in presenza.